Progetta un sito come questo con WordPress.com
Comincia

GRAN PRIX NEVE SESTRIERE DAL 14 AL 20 MARZO 2022

C.S.A.In Centri Sportivi Aziendali Industriali
FEDERTURISMO
CONFINDUSTRIA
PREMIAZIONE e
UFFICIO GARE:
Ex sede A.T.L.
Via Louset, 4
10058 Sestriere
PRAGELATO (TO) il 18/03/2022
Gara di FONDO tecnica LIBERA
SESTRIERE (TO) il 19/03/2022
Gara di SNOW BOARD
PRAGELATO (TO) il 18/03/2022
Gara di FAT BIKE inseguimento
SESTRIERE (TO) il 19/03/2022
Gara di SLALOM GIGANTE
Città di
SESTRIERE
Segreteria Organizzativa
C.S.A.In. PIEMONTE – Centri Sportivi Aziendali Industriali
Via Bernardino Luini, 170 – 10151 TORINO – TEL. 011/7397256
SESTRIERE – 14/20 MARZO 2022
con il Patrocinio di
Art. 1 – La Sezione Nazionale CSAIn Settore SPORT INVERNALI, con la collaborazione del Co-mitato Regionale CSAIn Piemonte, indice ed organizza aperta a tutti i tesserati CSAIn la 43° edi-zione della manifestazione denominata “GRAN PRIX NEVE CSAIN 2022”. Le gare si svolgerà SABATO 19 MARZO 2022 in località SESTRIERE (Torino).
ATLETI AMMESSI
Art. 2 – Gli atleti per partecipare alla manifestazione dovranno essere tesserati allo CSAIn prima della partenza della gara, secondo quanto stabilito e previsto dalle norme di tesseramento CSAIn.
GARE
Art. 3 – L’attività proposta si articolerà su una gara di SLALOM GIGANTE che si svolgerà in loca-lità SESTRIERE – Torino, sulla pista STANDARD e si svilupperà come da programma allegato.
CATEGORIE AMMESSE
Art. 4 – Saranno istituite 11 categorie di cui 5 Maschili e 4 Femminili:
Cuccioli unica – che comprendono i nati dal 2010 e successivi
Giovani femminile – che comprenderanno le nate negli anni 2001 – 2009
Giovani maschile – che comprenderanno i nati negli anni 2001 – 2009
Senior femminile – che comprenderanno i nati dal 1987 – 2000
Senior maschile – che comprenderanno i nati dal 1987 – 2000
Adulte femminile – che comprenderanno le nate dal 1972 – 1986
Adulti maschile – che comprenderanno i nati dal 1972 – 1986
Master femminile – che comprenderanno le nate dal 1971 e precedenti
Master 1 maschile – che comprenderanno i nati dal 1965 – 1971
Master 2 maschile – che comprenderanno i nati dal 1953 – 1964
Master 3 maschile – che comprenderanno i nati dal 1952 e precedenti
SUDDIVISIONE PARTENZE
Art. 5 – La successione delle partenze seguirà il seguente ordine:
1 – Giovani F/M 4 – Master 1/2/3
2 – Adulte F/M 5 – Seniores F/M
3 – Master F 6 – Cuccioli unica
L’ordine di partenza all’interno delle singole categorie avverrà sulla base del numero di pettorale dal più basso al più alto, seguendo l’ordine di iscrizione alla gara. In caso di categorie inferiori a 5 iscritti, gli atleti saranno accorpati nella categoria superiore.
Potranno essere previste due diverse lunghezze di percorso a seconda dell’età e dei raggruppa-menti. La categoria Cuccioli effettuerà la partenza da un livello più basso.
CLASSIFICA
Art. 6 – Per ogni gara e per ogni categoria, sia maschile che femminile saranno assegnati pun-teggi in base alla tabella seguente:
01 class. 100 11 class. 24 21 class. 10
02 class. 80 12 class. 22 22 class. 09
43° GRAN PRIX NEVE 2022 – Regolamento SCI
03 class. 60 13 class. 20 23 class. 08
04 class. 50 14 class. 18 24 class. 07
05 class. 45 15 class. 16 25 class. 06
06 class. 40 16 class. 15 26 class. 05
07 class. 36 17 class. 14 27 class. 04
08 class. 32 18 class. 13 28 class. 03
09 class. 28 19 class. 12 29 class. 02
10 class. 26 20 class. 11 30 class. 01
Nel caso i partecipanti fossero più di trenta, a tutti i classificati oltre il trentesimo piazzamento ver-rà assegnato un punto.
Per definire la classifica finale qualora due o più atleti della stessa categoria avessero conseguito gli stessi punteggi verranno adottati i seguenti criteri:

  • atleta più giovane nelle categorie giovanili (giovani – cuccioli)
  • atleta più anziano nelle categorie adulti
    La classifica ufficiale sarà pubblicata presso la sede di gara (Segreteria Tecnica Organizzativa o presso la scuola di Sci locale) dopo trenta minuti dall’arrivo dell’ultimo concorrente.
    PUNTEGGI
    Art. 7 – Saranno considerati i punteggi di tutti i concorrenti arrivati.
    CLASSIFICA PER SOCIETA’
    Art. 8 – La classifica per Società terrà conto della somma dei punteggi ottenuti dai classificati di ciascuna Società in ognuna delle categorie maschili e nelle femminili.
    MANCHE
    Art. 9 – La gara di SLALOM GIGANTE sarà disputata su una manche unica, ai fini della classifica si terrà conto solo della prestazione effettuata. La categoria cuccioli effettuerà comunque due manche anche in caso di salto porta e verrà considerato valido solo il tempo della manche conclusa correttamente.
    PREMIAZIONI
    Art. 10 – La premiazione della 43° edizione del GRAN PRIX NEVE CSAIn 2022 sarà effettuata nel corso della cerimonia di chiusura della manifestazione che si svolgerà presso UFFICIO GA-RE – Ex A.T.L. – Via Louset, 4 a SESTRIERE con inizio alle ore 21,30 di Sabato 19 Marzo 2022. Saranno premiati i primi tre atleti di ogni categoria e sulla classifica complessiva della gara la prima Regione classificata.
    ISCRIZIONI
    Art. 11 – Le iscrizioni dovranno avvenire tramite le procedure richieste dal sito nazionale http://www.csain.it con il versamento delle relative quote di partecipazione presso la segreteria Organizzativa di CSAIN PIEMONTE. I concorrenti sono personalmente responsabili delle informazioni
    inviate relative a categorie e raggruppamenti di appartenenza. Ogni dato verificato dalla Direzione
    43° GRAN PRIX NEVE 2022 – Regolamento SCI
    ne Gara e risultante non corrispondente al vero, porterà all’automatica esclusione dalla classifica.
    Gli elenchi e copia del bonifico (15,00 Euro ad atleta iscritto) dovranno pervenire entro giovedì 08 Marzo 2022 all’indirizzo e-mail: csain.torino@gmail.com accompagnati dalla scheda d’iscrizione e dalla copia del relativo pagamento anticipato da effettuare esclusivamente tramite:
  • bonifico bancario intestato a CSAIn Piemonte presso la banca UNICREDI BANCA.
    Codice IBAN: IT 98 T 02008 01127 000104926525.
    PARTECIPAZIONE: ogni singola squadra potrà essere composta da un numero illimitato di atleti, possibilmente uno per ogni categoria sia maschile che femminile.
    VALIDITA REGOLAMENTI
    Art. 12 – Per quanto non contemplato dal presente regolamento valgono lo Statuto e il regola-mento organico dello CSAIn, le norme di tesseramento e il Regolamento per la Giustizia Sportiva Nazionale, tutte le disposizioni deliberate dal Consiglio Nazionale, dalla Presidenza Nazionale e dal Coordinamento Regionale Attività Sportiva, e per quanto non in contrasto con loro, le carte Federali della FISI.
    RECLAMI
    Art. 13 – Dovranno essere preannunciati al Giudice di Gara al termine della prova e presentati entro 15 minuti dal termine dello svolgimento della gara. Per eventuali reclami di carattere tecnico si farà ricorso al R.T., i reclami dovranno essere accompagnati dal deposito di 50,00 Euro rimborsabili in caso di accoglimento e dovranno pervenire entro 15 minuti dalla pubblicazione dell’or-dine di arrivo.
    RESPONSABILITA’
    Art. 14 – Il Comitato Organizzatore e lo CSAIn declina ogni responsabilità per quanto possa accadere a persone o cose prima, durante e dopo la gara, salvo quanto previsto dalla copertura assicurativa della tessera CSAIn.
    SORTEGGI
    Art. 15 – Il sorteggio dei numeri di partenza verrà effettuato il giorno precedente la gara dal Comi-tato Organizzatore alla presenza del Direttore di Gara (venerdì 18 marzo) con inizio alle ore 18,30 presso UFFICIO GARA – Ex A.T.L. a Sestriere.
    NOTE INFORMATIVE
    Art. 16 – Il Comitato Organizzatore si riserva di modificare il regolamento e gli orari fissati qualora venissero a mancare le condizioni necessarie allo svolgimento della Gara e di raggruppare alla categoria superiore le categorie aventi un numero di iscritti inferiore a cinque.
    Art. 17 – Il, giudizio del Direttore di gara è inappellabile.
    Art. 18 – L’organizzazione tecnica della gara ed il cronometraggio saranno effettuati a cura dell’Ufficio Gare VIA LATTEA.
    Art. 19 – Chi non risulterà completamente in regola con la quota d’iscrizione o partecipazione non sarà ammesso al ritiro del pettorale e al via delle gare.
    Responsabile Organizzatore settore Sci
    Pier Carlo IACOPINI
    43° GRAN PRIX NEVE 2022 – Regolamento SCI
    HOTEL BIANCANEVE
    GRAN PRIX NEVE CSAIN
    14/20 MARZO 2022
    SESTRIERE
    Hotel BIANCANEVE (3 stelle) Hotel OLIMPIC (3 stelle)
    Hotel SUD OVEST (3 stelle) Hotel DEL CENTRO (3 stelle)
    OSPITALITA’ per settimana
    il prezzo si intende con trattamento di pensione completa in camera doppia
    6 notti (da lunedì a domenica) Euro 430,00
    Supplemento camera doppia uso singola + 25,00 € giorno
    bambini tra i 10 e 15 anni in camera con due adulti -10%
    sconto 3° 4° letto aggiunto: 0-1 anno gratuito; 1-3 anni 50%; 3-8 anni 30%; 8-10 anni 20%
    OSPITALITA’ per fine settimana
    il prezzo si intende con trattamento di mezza pensione in camera doppia
    3 notti (da giovedì a domenica) Euro 250,00
    Supplemento camera doppia uso singola + 25,00 € giorno
    bambini tra i 10 e 15 anni in camera con due adulti -10%
    sconto 3° 4° letto aggiunto: 0-1 anno gratuito; 1-3 anni 50%; 3-8 anni 30%; 8-10 anni 20%
    Tutti i partecipanti alla gara regolarmente iscritti riceveranno da CSAIN Nazionale un contributo per la partecipazione di Euro 50,00 (cinquanta) da utilizzare al momento del saldo presso le strutture alberghiere convenzionate.
    SKI PASS VIA LATTEA
    1 giorno prezzo intero 41,00 €
    VIA LATTEA BABY nati dall’anno 2014 e seguenti 15,00 €
    VIA LATTEA GOLD nati dall’anno 1946 e precedenti 30,00 €
    2 giorni consecutivi 80,00 €
    3 giorni consecutivi 115,00 €
    4 giorni consecutivi 149,00 €
    5 giorni consecutivi 180,00 €
    43° GRAN PRIX NEVE 2022 – Ospitalità
    TERMINE di ISCRIZIONE 05 FEBBRAIO 2022
    Entro tale data si dovrà versare una caparra pari a 100,00 Euro/persona. La prenotazione si riterrà valida e confermata solo dopo il versamento della caparra sulla quota Hotel.
    Queste le coordinate bancarie per il versamento delle caparre:
    CSAIN PIEMONTE
    Via Bernardino Luini, 170 -10151 TORINO
    Iban: IT 98 T 02008 01127 000104926525
    GRAN PRIX NEVE C.S.A.IN. 2022
    SESTRIERE 14-20 MARZO 2022
    PROGRAMMA DI MASSIMA
    GIORNO
    per la SETTIMANA
    per il WEEK END
    Lunedì 14 Marzo 2022
    Arrivo partecipanti e sistemazione alberghiera
    Martedì 15 Marzo 2022
    Sci libero con maestri o animatori alla scoperta del comprensorio della Via Lattea:
    SESTRIERE/BORGATA
    Mercoledì 16 Marzo 2022
    Sci libero con maestri o animatori alla scoperta del comprensorio della Via Lattea:
    CLAVIERE/MONGINEVRO
    Giovedì 17 Marzo 2022
    Sci libero con maestri o animatori alla scoperta del comprensorio della Via Lattea:
    SAUSE d’OULX
    Arrivo dei partecipanti e sistemazione alberghiera
    Venerdì 18 Marzo 2022
    Sci libero con maestri o animatori alla scoperta del comprensorio della Via Lattea:
    SAN SICARIO
    Sci libero o con maestri o animatori alla scoperta del comprensorio della Via Lattea:
    SAN SICARIO
    Sabato 19 Marzo 2022
    GRAN PRIX NEVE CSAIN
    Gara di slalom gigante
    SESTRIERE pista STANDAR
    Premiazione finale
    GRAN PRIX NEVE CSAIN
    Gara di slalom gigante
    SESTRIERE pista STANDAR
    Premiazione finale
    Domenica 20 Marzo 2022
    Mattinata libera e partenza
    Mattinata libera e partenza
    Referente per chiarimenti tecnici e organizzativi:
    PIER CARLO IACOPINI
    cell. 339/7105135
    Oppure presso la Segreteria Organizzativa
    Via Bernardino Luini, 170 – 10151 TORINO
    Te. 011/7397256
    HOTEL BANCHETTA
    C. S. A. IN.
    Centri Sportivi Aziendali e Industriali
    GRAN PRIX NEVE CSAIN 2022
    Sestriere/Pragelato 14/20 Marzo 2022
    SCHEDA DI ISCRIZIONE
    SCI NORDICO
    Gara del: 19 MARZO 2022
    Comitato di: …….………………………………….. Regione: …………………………….
    Responsabile del Gruppo: ………………………………………………………………….
    Tel.: ……………………… Fax: ……..………………… Cellulare: …………………..……
    Residente a: …………….……….…………CAP: …………………. Prov.: ………….…..
    Via: …………………….…………… n.: …..……..e-mail: ….……………………….…….
    ATLETI PARTECIPANTI
    Con la presente si dichiara che tutti gli atleti sono in possesso della certificazione medica prevista dalla legge e relativa assicurazione personale. Tali documenti sono trattenuti agli atti della Società di appartenenza e a disposizione del Comitato organizzatore.
    La scheda dovrà pervenire entro la data del 10 Marzo 2022, oltre tale termine l’Organizzazione si riserva di accettare l’iscrizione. Si allega alla presente copia del bonifico bancario relativa al versamento di € 15,00 quale quota di iscrizione per ogni singolo atleta iscritto.
    Le quote non sono rimborsabili in caso di rinuncia della squadra.

    Nominativo
    Data di nascita
    N° tessera
    Categoria
    1
    2
    3
    4
    5
    6
    7
    8
    9
    10
    11
    12

LA GRANDE STAFFETTA OBIETTIVOTRICOLORE ARRIVATA A NOVI LIGURE AL MUSEO DEI CAMPIONISSIMI CON ALESSANDRO VALATA

La grande staffetta obiettivotricolore arrivata a Novi Ligure al Museo dei Campionissimi, voluta dall’instancabile Bruno Ferretti Presidente della sezione AIAS OMLUS di Novi Ligure, in collaborazione dell’Assessore allo Sport della Città e anche con l’adesione del Comitato Provinciale CSAIN Alessandria.

Sono oltre 70 gli atleti che si passeranno il testimone lungo 3 mila chilometri di strade per lo Stivale.  La staffetta, partita domenica da tre diversi punti del Nord Italia, alle 18.30 di martedì in viale Oliva nella città dell’oro dove il valenzano Alessandro Velata avrà il compito di raccogliere il testimone per portarlo oggi mercoledì 7 luglio fino al Museo dei Campionissimi di Novi Ligure.

Mercoledì mattina il valenzano di 19 anni pedalerà sulla sua handbike accanto a Vittorio Podestà, campione paralimpico tornato a casa dai Giochi di Rio 2016 con due medaglie d’oro al collo, vinte nella cronometro e nella staffetta proprio con Zanardi e con Luca Mazzone. Alessandro è “emozionato” all’idea di trovarsi accanto al campione di paraciclismo ed è soprattutto “orgoglioso” di partecipare alla grande staffetta, un’impresa “impegnativa dal punto di vista fisico” per gli atleti ma “molto importante” per il messaggio che vuole lanciare.

La fatica, in ogni caso, non è in grado di fermare Alessandro Velata. La passione per lo sport del valenzano è più forte di tutto. È stata più forte anche del dolore e delle difficoltà che ha dovuto affrontare quando a soli 16 anni ha avuto il grave incidente che l’ha costretto su una sedia a rotelle. “Prima giocavo a calcio, nei Grigi e poi nel Castellazzo. Quando ero ancora in ospedale dopo l’incidente ho visto per la prima volta una handbike e ho voluto a tutti i costi provare questo sport.Obiettivo3,  il progetto di reclutamento e avviamento allo sport paralimpico di Zanardi, mi ha subito accolto e mi ha dato anche la prima bici“. L’incidente ha cambiato la vita di Alessandro ma non ha scalfito la determinazione del valenzano, che oggi si allena con in testa Parigi. “E’ il mio sogno. Vediamo cosa succederàL’incidente ha cambiato la mia vita e i miei sogni ma sono convinto che quello che ti capita non sia un ostacolo ma uno stimolo, ed è proprio questo il messaggio che vuole diffondere lo sport paralimpico e la staffetta di Obiettivo Tricolore“.

CURA ITALIA 10 FEDERAZIONI SCRIVANO AL GOVERNO

“Cura Italia”: 10 Federazioni scrivono al Governo

Federazione Ginnastica d’Italia, Federazione Italiana Canoa Kayak, Federazione Italiana Canottaggio, Federazione Italiana Cronometristi, Federazione Italiana Hockey, Federazione Italiana Pesistica, Federazione Italiana Scherma, Federazione Italiana Sport Invernali, Federazione Italiana Tiro con l’Arco, Federazione Italiana Vela e Federazione Italiana Biliardo Sportivo. Dieci Federazioni si rivolgono al Governo con la seguente lettera.

Prevedere un intervento finanziario rivolto alle associazioni sportive dilettantistiche sin dal decreto “Cura Italia” in discussione in Aula in questi giorni, sbloccare i fondi già stanziati e vincolati per il progetto Sport di Tutti ed assicurare la certezza della contribuzione statale per il prossimo anno. E’ questo quanto richiesto da alcuni rappresentanti del mondo dello sport, chiamati a fronteggiare, così come l’intero Paese, il momento più difficile della storia recente. Le prime bozze del decreto “Cura Italia” non sembrano tenere in considerazione un movimento, quale quello dello sport italiano, che influisce, considerandone anche l’indotto, per il 3,8 % del PIL. Chiediamo al Presidente del Consiglio, al Ministro competente ed all’intero Governo di riconoscere allo sport di base, che si fonda sul quotidiano impegno di milioni di praticanti, quel ruolo importante non solo sul piano economico ma anche, e soprattutto, su quello sociale. La pandemia sta mettendo a serio rischio la sopravvivenza delle società sportive che rappresentano sia il terreno fertile da cui germogliano i campioni di domani e sia il tramite più immediato ed efficace dei valori del vivere civile e della convivenza sociale. I primi interventi predisposti dal Governo hanno rappresentato per lo sport azzurro una boccata d’ossigeno, però rischiano di essere insufficienti. E’ necessario adesso intervenire in maniera tempestiva e strutturale. E’ per questa ragione che chiediamo di prevedere, all’interno dei 25 miliardi che rappresentano il plafond del decreto “Cura Italia”, lo stanziamento di somme che possano rappresentare un’immissione di liquidità che, attraverso le Federazioni sportive, giungano immediatamente alle società di base che rappresentano la colonna vertebrale dello sport azzurro. Inoltre, chiediamo di svincolare i fondi già stanziati per il progetto “Sport di Tutti” e che rischiano di rimanere dormienti nei nostri bilanci federali in quanto non potranno essere messe in atto quelle iniziative alle quali erano destinati. Si tratta di somme importanti e che potrebbero essere utili quale ulteriore sostegno alle nostre realtà sportive. Ma, come ogni sportivo sa, i risultati di domani si costruiscono con una corretta programmazione. A tal fine, chiediamo al Governo una dichiarazione che possa garantire la continuità degli stanziamenti destinati allo sport anche per il prossimo anno che vedrà porci l’obiettivo di onorare il Paese ai Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo. In questo percorso, sin da subito, esprimiamo l’esigenza di avvertire la vicinanza del Governo al mondo dello sport con azioni concrete che passino dallo stanziamento di fondi fondamentali per la sopravvivenza dell’intero movimento ed anche da una auspicata concertazione ed attività di ascolto di tutte le componenti dello sport italiano, attraverso il CONI ed il Comitato Italiano Paralimpico”.

 

IL 2 GENNAIO 2020 AL MUSEO DEI CAMPIONISSIMI A NOVI LIGURE SI RINNOVA OMAGGIO AL CAMPIONISSIMO FAUSTO COPPI

IL 2 GENNAIO AL MUSEO DEI CAMPIONISSIMI “La Matta e l’Airone al Tour del ‘52” Come ogni anno, il 2 gennaio si rinnova l’omaggio a uno dei più grandi talenti che lo sport abbia mai conosciuto, il Campionissimo Fausto Coppi. L’anniversario della morte del campione di ciclismo suscita sempre forti emozioni e nel giorno della sua scomparsa, avvenuta il 2 gennaio 1960, si rievocano le sue gesta, il cui ricordo è ancora vivo e presente. Il suo paese natale, Castellania, insieme a Novi Ligure con il Museo dei Campionissimi, rendono omaggio al più grande ciclista italiano di tutti i tempi: il 2 gennaio 2020, al mattino, si inizierà nella chiesetta di Castellania dove verrà celebrata la consueta messa di suffragio e nel pomeriggio si proseguirà a Novi Ligure al Museo dei Campionissimi dove alle ore 16 verrà inaugurata la mostra dedicata all’Alfa Romeo Matta AR 52, l’ammiraglia che accompagnò la Nazionale italiana e l’Airone nel trionfale Tour de France del 1952. L’allestimento, aperto al pubblico fino a marzo 2020, prevede l’esposizione del mitico fuori strada e una serie di fotografie e pannelli che ne raccontano la storia. Per il prestito della vettura si ringraziano Franco Melotti e Giancarlo Poli del registro storico Alfa Romeo Matta. Alfa Romeo Matta AR 52 Nei primi mesi del 1952, appena iniziata la produzione delle Matta versione AR 51, ovvero quelle destinate prevalentemente ai Ministeri dello Stato, l’Ufficio progettazione dell’Alfa Romeo inizia lo studio di una versione meno spartana e più finita della nuovissima fuoristrada, con l’intento di proporla al pubblico privato, sia come veicolo per il tempo libero che per attività lavorative. Viene così approntato un prototipo preserie che mantiene invariata tutta la meccanica prevista per le AR 51, ma che riporta alcune modifiche e miglioramenti sia funzionali che estetici sulla carrozzeria. Tali aggiornamenti portano così a far denominare come “AR 52” la versione civile della Matta, che verrà prodotta a partire dalla metà del 1953 fino al 1955 in appena 154 esemplari. La prima e più importante delle modifiche è l’adozione di un portellino posteriore apribile verso il basso, per agevolare la salita e discesa dei passeggeri trasportati sulle panchette longitudinali posteriori, oltre che per una migliore funzionalità nel carico e scarico delle merci. Viene poi applicata una copertura al di sotto del cruscotto per coprire l’impianto elettrico della vettura che invece sulla versione militare, per motivi pratici di accesso rapido, è a vista. Le centine del telone vengono modificate eliminando i tiranti longitudinali, sostituiti da cinghie in tela che consentono un più agevole e rapido abbattimento della struttura complessiva; i sedili anteriori vengono dotati di schienali leggermente avvolgenti e più larghi, mentre su quelli posteriori vengono applicati poggia schiena asportabili con un ingegnoso sistema a scatto. Sulle AR 52 il cambio viene dotato di serie di una presa di forza atta ad azionare argani, pulegge, pompe idrauliche, macchinari vari, utilizzabili in campo agricolo, industriale ecc. Tutte le AR 52 escono dalla fabbrica in un unico colore beige, ma poi vengono ridipinte nei vari colori aziendali a seconda degli acquirenti; ad esempio le vetture comprate dall’Agip Mineraria vengono ricolorate nel tipico giallo acceso, oppure quelle della Società Autostrade in arancione. Il prototipo preserie viene quindi approntato all’inizio del 1952 con le modifiche sopra descritte, nel colore beige previsto, punzonato sul telaio con il numero AR 52 *50003* ed equipaggiato col motore tipo 1307 *00003* di 1884 cc. che eroga 65 cv. Per il suo collaudo definitivo e per la presentazione promozionale al pubblico della versione civile della Matta c’è un’interessante opportunità, ovvero il Tour de France che tradizionalmente si svolge ogni anno nel mese di luglio. L’ Alfa Romeo quindi offre alla squadra italiana di ciclismo le sue vetture più rappresentative di quegli anni, ovvero una elegante 2500, una nuova 1900 Berlina e soprattutto, quale “Vettura Ammiraglia”, il prototipo della Matta Civile, sulla quale prende posto il Direttore Sportivo dell’epoca Alfredo Binda, assieme al meccanico Umberto Marnati, guidata da un tecnico dell’Alfa Romeo, il Sig. Perfetti. Sulla parte posteriore vengono alloggiate, su appositi supporti, alcune biciclette di riserva, ruote ed altre parti di ricambio a disposizione della squadra. Durante la corsa, l’assistenza dell’Alfa Romeo segue la carovana approntando di volta in volta la Matta a seconda delle tappe del Tour; nelle foto dell’epoca, infatti, la vediamo equipaggiata con pneumatici artigliati sui percorsi montani sterrati, oppure con ruote a battistrada stradale sui percorsi asfaltati. In questa fase della sua vita, la AR 52 *50003* rimane intestata alla stessa Alfa Romeo; durante il Tour infatti viaggia con la targa Prova MI 433 della Casa milanese, come si evince dalle numerose foto e dai filmati della corsa. Conclusa la gara ciclistica, ritorna a Milano all’Alfa e lì resta fino al 1954, quando viene venduta a una ditta di costruzioni edili di Pescara; poi negli anni successivi passa di mano ad alcuni privati rimanendo sempre in Abruzzo. Nel 1965 viene acquistata da un nuovo proprietario di Forlì il quale la tiene per sei anni; nel 1971 passa ancora a un altro privato residente a Ravenna che la conserva per oltre 30 anni fino a quando viene scovata dagli attuali proprietari, i fondatori del Registro Alfa Romeo Matta che ne ricostruiscono l’avventurosa storia e le regalano un meritato restauro conservativo.

GRANDE ENTUSIAMO PRESSO LO SPAZIO ASSEGNATO AL NOSTRO ENTE IN QUESTA 22° EDIZIONE DELLA FESTA DELL’ACQUA

 

P_20190531_100504_pLa grande festa della 22° edizione Festa dell’Acqua Ambiente presso il Parco Acquedotto di Novi Ligure in Strada Cassano 140, ha fatto il pienone di società sportive e di pubblico presente.

Anche la nostra presenza come ente di promozione sportiva C.S.A.In, con le società il Tempio del Karate e la Polisportiva Vignolese, hanno entusiasmato il pubblico che hanno assistito alle esibizione di giovanissimi con le loro cinture bianche, gialle, arancione e quelle nere grazie all’impegno dei maestri Borsoi, Patelli e Terragno.

P_20190602_095823_p

Nel contesto anche la pesca alla trota abbiamo l’immagine di un giovanissimo con un esemplare